#19. La donne è mobile